yacht-e-navi-da-crociera-nel-golfo-del-tigullio.jpg

Yacht e navi da crociera nel Golfo del Tigullio

Il Golfo del Tigullio meta ambita dai croceristi di tutto il mondo

Paraggi la Carega

La Carega di Paraggi.

Paraggi – lo scoglio chiamato Carega sulla cui cima sta un pino di mare.

Nel mare di Paraggi esiste un grande scoglio, da tutti conosciuto come “La Carega”, sulla cui sommità vive un pino marino. Nemmeno la mareggiata dell’autunno scorso è riuscita ad abbatterlo, lui se ne sta sempre li a simboleggiare la forza e la tenacia propria della gente di mare che vive in questi luoghi incantati.

Percorrendo la bellissima strada panoramica cha da Santa Margherita porta Portofino, poco prima di Paraggi nei pressi dell’Abbazia della Cervara, non possiamo fare a meno di ammirare l’enorme scoglio a forma di sedia, da qui il nome, in genovese sedia si dice carega. In cima allo Scoglio della Carega c’è un alberello, per la precisione un pino di Aleppo, uno dei tanti pini di mare diffusissimi nell’area del mediterraneo, pare sia nato spontaneamente alla fine degli anni cinquanta in una fenditura della roccia con pochissima terra e praticamente quasi senza acqua. Nemmeno la tremenda mareggiata che ha colpito il Tigullio a fine ottobre del 2018 è riuscita, seppur con onde altre più di dieci metri che con la sua forza devastante ha distrutto moli, danneggiato abitazioni, affondato decine di imbarcazioni piccole e grandi, portato via la strada che porta proprio a Portofino, lui ha resistito diventando così un simbolo dell’orgoglio e della resistenza ligure.
La Carega di Paraggi, difficile resistere all’idea di farsi un selfie davanti a questo particolare scoglio.
La Carega di Paraggi, punto di riferimento per chi va per mare con l’alberello sulla cima che svetta come un vessillo.
La Carega di Paraggi, venendo dal mare è inconfondibile la sua forma con il sedile e lo schienale rivolto verso la strada.
La Carega di Paraggi, venendo dal mare è inconfondibile la sua forma con il sedile e lo schienale rivolto verso la strada.